Caldo e gambe pesanti: quando bisogna consultare un medico?

//Caldo e gambe pesanti: quando bisogna consultare un medico?

Caldo e gambe pesanti: quando bisogna consultare un medico?

Le alte temperature affaticano il sistema venoso, per questo motivo in estate più persone tendono a sentire le gambe pesanti e gonfie. In molti di questi casi compressioni esercitate manualmente o l’utilizzo di calze compressive possono fare la differenza.

Gambe stanche e pesanti, caviglie gonfie e vene in evidenza sono sintomi tipici del periodo estivo, perché l’aumento delle temperature tende a far dilatare i vasi sanguigni e a rendere più difficoltoso il ritorno venoso al cuore.

Molto spesso questa condizione è associata ad una predisposizione familiare, quindi se i vostri genitori o nonni ne hanno sofferto, sarà più probabile che ne soffriate anche voi. I dati statistici dimostrano che le donne sono più soggette degli uomini (in un rapporto di quasi 3:1) e che con l’alzarsi dell’età le probabilità aumentano notevolmente. (1)

I principali sintomi per capire se si soffre di insufficienza venosa

A parte la sensazione di gambe pesanti ci sono altri segni che ci possono far capire che soffriamo di una problematica venosa:

  • Piedi, caviglie o gambe gonfie
  • Presenza più o meno sporgente delle vene (vene reticolari o varicose)
  • Modifiche del colore o spessore della pelle (macchie ocra e dermatiti)
  • Lesioni della pelle (ulcere a livello dei malleoli o poco sopra)

A seconda della presenza e della tipologia di questi segni, uno specialista vi saprà dire se avete o meno un insufficienza venosa cronica, il livello di gravità e ciò che si può fare per migliorare la situazione. (2)

A chi rivolgersi e quali terapie fare se avete il dubbio di avere un’insufficienza venosa

Se pensate o avete il dubbio di soffrire di questa problematica, il primo passo da fare è consultare un angiologo. Il medico vi potrà fare un accurata visita e prescrivervi altri esami di accertamento per valutare la presenza o meno di alterazioni circolatorie. L’esame più comune in questi casi è l’ecocolordoppler.

In molti casi, se è stata accertata la presenza di insufficienza, viene prescritto l’utilizzo delle calze elastocompressive oppure l’esecuzione di terapie come la pressoterapia e il linfodrenaggio manuale.

Il linfodrenaggio manuale e i suoi benefici

Il linfodrenaggio manuale è una tecnica di massaggio eseguita da fisioterapisti specializzati. Questo massaggio è composto da una serie di manovre successive, che vanno a stimolare vasi sanguigni e linfatici, per favorire la circolazione in tutto il corpo.

Diversamente da quello che si pensa, il massaggio linfodrenante non ha mai finalità puramente estetiche; può aiutare le vene affaticate degli arti inferiori, i vasi linfatici “pigri” e drenare acqua e sostanze dannose per i nostri tessuti. Aiuta a mantenere una buona qualità di vita, soprattutto per le persone che hanno uno stato avanzato delle problematiche circolatorie. (3)

Gambe pesanti: come ridurre i sintomi

Ecco qualche consiglio per migliorare la salute delle nostre gambe e ridurre i sintomi:

  • Alzare le gambe (soprattutto se oltre il livello del cuore) per 30 minuti 2 o 3 volte al giorno
  • Camminare per almeno 10 minuti di seguito più volte al giorno o muovere le caviglie su e giù per alcuni minuti. (Meglio ancora se si fa attività fisica abitualmente)
  • Utilizzare le calze compressive, soprattutto se vi sono state già consigliate dal medico
  • Evitare di rimanere fermi in piedi o seduti per troppe ore

Tutti questi semplici consigli possono essere eseguiti in autonomia per dare sollievo ai vostri fastidi, ma è sempre bene rivolgersi ai professionisti per avere una valutazione tempestiva. Agendo per tempo tanti problemi possono essere evitati e la qualità della vostra vita ne gioverà a lungo temine.

Bibliografia

1-Overview of lower extremity chronic venous disease: Scovell S, Alguire PC 2020
2- Drenaggio Linfatico: Tomson D, Schuchhardt Edi Ermes 2009
3- Quality of life in chronic venous insufficiency :Andreozzi,Cordova,Scomparin,Martini,D’eri, Andreozzi, International angiology 2005
4-Patient education:chronic venous disease (beyond the basics): alguire PC, Mathes BM 2019

2020-07-07T15:02:41+02:00 7 Luglio 2020|Categories: Star bene|Tags: , , , |0 Commenti