Festività a tavola: in salute, senza rinunciare al gusto

//Festività a tavola: in salute, senza rinunciare al gusto

Festività a tavola: in salute, senza rinunciare al gusto

Dagli antipasti al dolce, a una sana passeggiata dopo il banchetto: i consigli della dietista per affrontare le “abbuffate” delle festività senza mettere a repentaglio linea e salute. E senza dover affrontare diete al rientro.

Festa è da sempre sinonimo di convivialità e benessere, per questo è importantissimo vivere i momenti di condivisione familiare all’insegna dell’equilibrio, senza digiunare per compensare gli eccessi e senza sensi di colpa.

Le regole per godere della buona cucina senza rinunciare alla linea sono:

  • non eccedere
  • fare delle scelte dettate dalla consapevolezza

PROMEMORIA

È fondamentale tenere e mente che, nonostante il periodo di vacanza sia lungo, i giorni di festa sono pochi e solo in quelli è concesso consumare pasti ipercalorici rispetto alla quotidianità, per cui è vietato consumare gli avanzi, chiedere il bis e lasciarsi andare agli spiluccamenti (grissini, salatini, patatine, pizzette).

SU COSA PUNTARE?

Scegliere antipasti a base di pesce e verdure piuttosto che a base di affettati e formaggi, prediligere cotture al vapore, al forno, arrosto, piuttosto che fritture e accompagnare i secondi con verdure piuttosto che con patate: sono validissimi comportamenti che vi faranno godere della buona tavola senza rinunciare alla linea, ma soprattutto alla salute.

Masticare bene e mangiare lentamente sono regole sempre valide che ci permettono di assaporare i cibi e di dare il tempo al nostro corpo di raggiungere il senso di sazietà.

Mantenere un buono stato di idratazione, consumando tra 1,5 e 2 litri di acqua al giorno, ci aiuta a tenere a bada la voglia di eccedere.

A COSA FARE ATTENZIONE?

Gli alimenti più calorici a cui bisogna necessariamente fare attenzione sono i condimenti, i dolci e gli alcolici.

Per quanto riguarda i condimenti, evitare di consumare intingoli, salse e di aggiungere olio alla pietanza già impiattata, sono i soli modi per non assumere più grassi di quanti il nostro corpo abbia bisogno, evitando così che si depositino.

Consumare un solo dolce a pasto, scegliendo tra le varie proposte, è un buon compromesso per non eccedere con i carboidrati semplici ma gustare in compagnia il simbolo di queste feste, per questo vi consiglio il panettone (il meno calorico tra tutti).

In concomitanza delle feste per brindare tutti insieme, scegliere tra 1-2 bicchieri di vino durante il pasto, o uno di spumante o un bicchierino di superalcolico.

E IL RUOLO DELL’ATTIVITA’ FISICA?

Per bilanciare i gli introiti calorici con il consumo energetico è vivamente consigliato approfittare dei giorni di vacanza per programmare delle passeggiate, anche solo da mezz’ora al giorno tutti i giorni. Sbagliato però pensare che basti camminare mezz’ora al giorno per consumare il surplus di calorie ingerite. Ricordo di non mettersi mai in movimento a stomaco vuoto.

 

UN MENU’ SALUTARE

Antipasto – Cestini croccanti di melanzane e zucchine
Primo – Risotto allo champagne
Secondo di pesce – Branzino agli agrumi
In alternativa secondo di carne – Arrosto di lonza con funghi
Dolce – una porzione di Panettone

A tavola un paio di bicchieri di acqua (di più rallenterebbe la digestione) e un bicchiere di buon vino rosso; un calice di spumante per il brindisi.

2017-07-05T18:28:27+00:00 11 Dicembre 2015|Categories: Salute|Tags: , , , |1 Commento

Un commento

  1. […] Recentemente ho scritto un articolo per aiutarvi a non prendere peso durante le feste natalizie, ma senza rinunciare al gusto. […]

Commenti disabilitati