Festività a tavola: in salute, senza rinunciare al gusto

//Festività a tavola: in salute, senza rinunciare al gusto

Festività a tavola: in salute, senza rinunciare al gusto

Dagli antipasti al dolce, a una sana passeggiata dopo il banchetto: i consigli della dietista per affrontare le "abbuffate" delle festività senza mettere a repentaglio linea e salute. E senza dover affrontare diete al rientro.

Che sia Pasqua o Natale, le festività sono da sempre sinonimo di convivialità e benessere, per questo è importantissimo vivere i momenti di condivisione familiare all’insegna dell’equilibrio, senza digiunare per compensare gli eccessi e senza sensi di colpa.

In realtà, le regole per godere della buona cucina senza rinunciare alla linea sono solo due:

  • non eccedere
  • fare delle scelte dettate dalla consapevolezza

È fondamentale tenere e mente che, nonostante il periodo di vacanza per molti si protragga anche dopo Pasquetta, i giorni di festa sono pochi e solo in quelli è concesso consumare pasti ipercalorici rispetto alla quotidianità, per cui è vietato consumare gli avanzi, chiedere il bis e lasciarsi andare agli spiluccamenti (grissini, salatini, patatine, pizzette).

Su cosa puntare?

  • Scegliere antipasti a base di pesce e verdure piuttosto che a base di affettati e formaggi, prediligere cotture al vapore, al forno, arrosto, invece delle fritture e accompagnare i secondi con verdure piuttosto che con patate: sono validissimi comportamenti che vi faranno godere della buona tavola senza rinunciare alla linea, ma soprattutto alla salute.
  • Masticare bene e mangiare lentamente sono regole sempre valide che ci permettono di assaporare i cibi e di dare il tempo al nostro corpo di raggiungere il senso di sazietà.
  • Mantenere un buono stato di idratazione, consumando tra 1,5 e 2 litri di acqua al giorno, ci aiuta a tenere a bada la voglia di eccedere.

A cosa fare attenzione?

Gli alimenti più calorici a cui bisogna necessariamente fare attenzione sono i condimenti, i dolci e gli alcolici.

Per quanto riguarda i condimenti, evitare di consumare intingoli, salse e di aggiungere olio alla pietanza già impiattata, sono i soli modi per non assumere più grassi di quanti il nostro corpo abbia bisogno, evitando così che si depositino.

Consumare un solo dolce a pasto, scegliendo tra le varie proposte, è un buon compromesso per non eccedere con i carboidrati semplici ma gustare in compagnia il simbolo di queste feste, per questo vi consiglio una fetta di colomba o un pezzetto di cioccolato (meglio se fondente)

In concomitanza delle feste per brindare tutti insieme, scegliere tra 1-2 bicchieri di vino durante il pasto, o uno di spumante o un bicchierino di superalcolico.

E l’attività fisica?

Per bilanciare i gli introiti calorici con il consumo energetico è vivamente consigliato approfittare dei giorni di vacanza e delle giornate di sole per programmare delle passeggiate, anche solo da mezz’ora al giorno tutti i giorni. Sbagliato però pensare che basti camminare mezz’ora al giorno per consumare il surplus di calorie ingerite. Ricordo di non mettersi mai in movimento a stomaco vuoto.

2019-04-15T11:18:16+00:00 15 Aprile 2019|Categories: Salute|Tags: , , , |0 Commenti