Gelato, estate con gusto. E in salute

//Gelato, estate con gusto. E in salute

Gelato, estate con gusto. E in salute

Carboidrati, proteine, vitamine: il gelato ha ottime proprietà nutrizionali. Ma va consumato con moderazione, prediligendo quello alla frutta. E – soprattutto – non va considerato un sostitutivo di un pasto

L’alimentazione dell’estate prevede giustamente piatti freschi e più leggeri rispetto a quelli invernali, utili per aiutare ad abbassare la temperatura corporea e tenere sotto controllo la linea; tra questi, nella categoria dolci, ritroviamo anche il gelato, freddo e gustoso; vediamo le sue proprietà dal punto di vista nutrizionale.

CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI

Gli ingredienti base usati per la preparazione del gelato sono latte, panna e zucchero, cui vengono aggiunte le uova.

Essendo fonte di proteine e calcio ha delle ottime proprietà nutrizionali: una porzione di 100 g di gelato alla crema apporta il 36% di carboidrati, quasi tutti provenienti dallo zucchero aggiunto e dal lattosio, il 56% di lipidi e l’8% di proteine, molti minerali oltre al calcio alcuni antiossidanti come zinco e selenio, molte vitamine del gruppo B e buone quantità di vitamina A.

Rispetto al gelato alla crema, quello alla frutta non contiene proteine e calcio e contiene invece fruttosio, lo zucchero della frutta appunto.

Il sorbetto – essendo a base d’acqua – ha un valore calorico medio inferiore (132 kcal/100 g anziché 218 kcal/100 g, dati INRAN) più indicato per chi deve tenere sotto controllo il peso. Inoltre, può essere consumato anche da chi è allergico o intollerante al latte e alle uova, anche se esistono in commercio gelati al gusto crema preparati senza lattosio e uova. A questo proposito, le aziende alimentari si sono adoperate per produrre gelati speciali per chi ha problematiche particolari (es. celiachia).

FREQUENZA DI CONSUMO

Il gelato consumato con moderazione – una volta a settimana – può essere inserito nell’equilibrata alimentazione: come dessert, al posto di ogni altro dolce, preferibilmente dalle dimensioni più piccole tra le disponibili. Occorre ricordare di non mangiare mai dalla vaschetta, ma riempire un piccolo contenitore (bicchiere da 100 ml).

NON CONSIDERIAMOLO UN SOSTITUTO DEL PASTO

Per la sua composizione nutrizionale, il gelato non può essere considerato un sostituto di un pasto bilanciato, dato che non contiene fibra e fornisce prevalentemente zuccheri semplici e grassi saturi, invece che carboidrati e grassi insaturi. Possiamo considerarlo un dessert a fine pasto o come merenda sana perché offre ottime quantità di calcio (85 mg/100 g) e di energia.

COSA SCEGLIERE

Per chi non ha intolleranze particolari, consumare un cono gelato piccolo, metà alla frutta e metà alla crema; così da bilanciare l’apporto dei nutrienti, variare i gusti e contenere le calorie.

ETICHETTE

Come tutti gli alimenti freschi, il gelato artigianale è considerato un alimento sano se preparato con materie prime genuine e da gelatieri esperti. La denominazione artigianale non è sempre garanzia di qualità: spesso vengono utilizzati prodotti industriali, contenenti conservanti e coloranti, derivati di latte e uova secchi o liofilizzati. Il gelato industriale è preparato con conservanti e additivi vari, ovviamente consentiti dalla legislazione vigente, e se si vuole fare una scelta tra una marca e l’altra può essere di aiuto leggere bene le etichette.

IDEE

Il gelato può essere consumato a merenda in alternativa allo yogurt. Una pallina in aggiunta alle macedonie è indicata per i bimbi che amano poco la frutta. Il suo consumo è indicato anche negli anziani che hanno scarso appetito e tendono a perdere molto peso o hanno difficoltà di masticazione.

Come dessert, da assumere raramente dopo pranzo o cena, solo nel fine settimana o nelle occasioni speciali. È possibile “affogare” una pallina di gelato nel caffè (o bevande calde), preferibilmente senza zucchero.

Per rinfrescarsi si può sostituire il gelato con sorbetti di frutta a base d’acqua oppure con i ghiaccioli base tisana o acqua aromatizzata con menta e limone, senza aggiungere zucchero.

È possibile preparare gelati fatti in casa, utilizzando macchine dedicate anche ad uso domestico ed ingredienti semplici per realizzare i diversi gusti, cioccolato e frutta a piacere.

2017-07-06T09:57:38+00:00 27 Giugno 2017|Categories: Salute|Tags: , |0 Commenti

Scrivi un commento