Allergie stagionali? Un motivo in più per indossare la mascherina

/, Star bene/Allergie stagionali? Un motivo in più per indossare la mascherina

Allergie stagionali? Un motivo in più per indossare la mascherina

Con l’arrivo della primavera tornano a diffondersi i pollini e, con essi, le allergie stagionali. Cosa cambia in periodo di coronavirus? Dobbiamo indossare spesso le mascherine? Alcuni pazienti, specie gli asmatici, lamentano sensazione di ostruzione respiratoria: come dovrebbero comportarsi?

Le mascherine chirurgiche (DPI-dispositivi di protezione individuale) devono essere indossate come prescritto, non incidono negativamente sulla respirazione. Certo il loro utilizzo, specie se prolungato, può causare la formazione di condensa e senso di ostruzione, ma si tratta solo di sensazioni, anche se fastidiose. Niente che abbia un significato clinico nè che richieda un intervento farmacologico. vediamo ora in dettaglio come cambia la routine per i pazienti allergici.

Allergeni outdoor: asma e rinite

Per chi è allergico ai pollini la situazione di confinamento domestico indotta dall’emergenza covid è stata certamente benefica, perchè ha ridotto l’esposizione agli allergeni. L’uso delle mascherine, quando si esce di casa, ha lo stesso beneficio aggiuntivo: riduce la quantità di allergeni che raggiungono le vie respiratorie. Ciononostante le terapie farmacologiche consuete non vanno ridotte né tantomeno sospese. È molto importante mantenere un corretto controllo dei sintomi di asma e rinite allergiche assumendo regolarmente la propria terapia steroidea e/o antistaminica.

Allergie da contatto

Per quanto rilevato finora le mascherine non danno luogo a fenomeni di dermatite da contatto, a meno che non contengano parti in gomma. In quest’ultimo caso chi è allergico al lattice può avere prurito, eritema, eczema. Sarà opportuno cambiare il tipo mascherina.
Stesso discorso per i guanti monouso: chi è allergico al lattice dovrà utilizzare quelli in vinile.

Congiuntivite e CoVid-19

La congiuntivite allergica è un sintomo piuttosto comune in chi soffre di pollinosi, si manifesta con lacrimazione, prurito e rossore agli occhi. In alcuni casi però si presenta con il passare degli anni, quindi può accadere che un paziente, allergico da lungo tempo, sperimenti per la prima volta l’irritazione delle congiuntive. Dato che la congiuntivite è anche uno dei sintomi della infezione da Coronavirus (in questo caso si tratta di congiuntivite infettiva), la sua comparsa potrebbe indurre preoccupazione. Va precisato però che nella sintomatologia del CoVid è presente, in genere, anche la febbre, tosse, rinite, dispnea. Tuttavia, per fugare con facilità ogni dubbio, in un soggetto allergico è sufficiente utilizzare un collirio antistaminico: se i sintomi oculari regrediscono è la conferma di probabile congiuntivite allergica.

Leggi anche: “Lenti a contatto e coronavirus: meglio farne a meno?”

Infezione da Coronavirus e terapie antiallergiche

Nelle persone allergiche, con infezione confermata da Coronavirus, non è comunque consigliata la sospensione della terapia allergologica di fondo. Lo specifica la SIAAIC (Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica) in un suo documento di indirizzo in quanto, allo stato attuale delle conoscenze, non è stato dimostrato che la terapia corticosteroidea intra-nasale (compreso spray) causi immunodepressione. Quindi il trattamento per la rinite allergica nei pazienti infetti da CoVid-19 può essere proseguito alla posologia raccomandata, mentre la sua sospensione potrebbe comportare un peggioramento dei sintomi respiratori, in particolare della starnutazione.

Allergeni indoor: acari e animali

I pazienti che sono allergici principalmente ad allergeni presenti in ambiente domestico, quali gli acari della polvere o il pelo degli animali, dovranno indossare le mascherine come tutti gli altri soggetti. Piuttosto in caso di lunga permanenza in casa si raccomanda a loro di areare frequentemente gli ambienti, per consentire la dispersione degli allergeni concentrati nei locali chiusi.

Affari foto creata da senivpetro – it.freepik.com

2020-05-19T09:41:50+02:00 18 Maggio 2020|Categories: Prevenzione, Star bene|Tags: , , |0 Commenti