Cosa succede al corpo prima della menopausa?

/, Star bene/Cosa succede al corpo prima della menopausa?

Cosa succede al corpo prima della menopausa?

  • donne menopausa

Già qualche anno prima dell'effettiva interruzione del ciclo mestruale, la donna sperimenta una fase di preparazione altrettanto complicata detta premenopausa. Ecco di cosa si tratta e come viverla al meglio

La menopausa è una fase molto delicata della vita di ogni donna ed è caratterizzata da numerosi cambiamenti, sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista emotivo. Tuttavia, prima dell’arrivo effettivo della menopausa, la donna attraversa un periodo altrettanto delicato, cioè quello della premenopausa, che è caratterizzato da tutta una serie di trasformazioni fisiche che terminano con la l’interruzione del ciclo mestruale. La premenopausa può durare anche alcuni anni ed caratterizzata da disturbi vari prevalentemente legati a disfunzioni ormonali, che si manifestano principalmente con irregolarità del ciclo mestruale che può manifestarsi come: 

  • amenorrea, cioè assenza per un periodo più o meno limitato del ciclo mestruale
  • polimenorrea cioè mestruazioni più frequenti (invece che di 28 giorni, l’intervallo tra un ciclo e l’altro è più breve)
  • metrorragia, cioè perdite, anche abbondanti, di sangue tra un ciclo e l’altro
  • menometrorragia cioè cicli con una durata più lunga

In concomitanza possono comparire ulteriori disturbi, in particolare disturbi dell’umore, variazioni della pressione arteriosa e dispareunia, cioè la difficoltà ad avere rapporti legata alla atrofia vulvovaginale, altra conseguenza importante della carenza di estrogeni che si crea in menopausa.

Menopausa in salute: scarica il digital book

Un aiuto dagli ormoni

Fortunatamente facendo gli opportuni controlli e rivolgendosi a uno specialista, oggi abbiamo a disposizione numerose strategie terapeutiche per contrastare gli effetti negativi che impediscono alla donna di vivere serenamente questa delicata e importante fase della vita. Con l’inizio della menopausa, le possibilità terapeutiche variano dalla classica terapia ormonale sostitutiva, cioè la somministrazione per via orale o transcutanea (come gel o cerotti) gli ormoni sintetici, ad altre terapie con meno effetti collaterali è meglio tollerate, come la fitoterapia o i nuovissimi ormoni bioidentici.

Gli ormoni bioidentici sono ormoni a tutti gli effetti, soltanto che simulano e sono identici chimicamente agli ormoni prodotti del nostro organismo. Le dosi vengono personalizzate ed hanno degli effetti curativi, ma con meno problemi legati ad effetti collaterali. Le formulazioni sono alquanto diverse, le formulazioni e i dosaggi sono del tutto individuali, vengono prodotti in farmacia dietro presentazione di una ricetta medica personalizzata non ripetibile.

Attualmente molto usati sono anche i fitoestrogeni cioè sostanze derivate dalla soia che simulano gli effetti degli estrogeni. Non tutte le donne rispondono però adeguatamente alla terapia in quanto l’assorbimento dei fitoestrogeni è legato a diversi fattori. Nei gravi disturbi dell’umore si può ricorrere a terapia come gli inibitori della serotonina ad ansiolitici, ma questa è proprio l’ultima chance.

Leggi anche: “Menopausa, 7 anni di sintomi: come affrontarli al meglio?”

L’importante è parlarne

In un periodo di così grandi cambiamenti, è ancor più importante mantenere uno stile di vita sano, praticando molto sport e seguendo una corretta alimentazione in quanto il metabolismo nella donna in menopausa cambia totalmente. L’invito quindi è di non trascurare i propri sintomi e di rivolgersi a un medico che si interessi prevalentemente di menopausa, per cominciare una terapia adatta e su misura, ricordando che ogni donna è diversa dall’altra.

2019-05-15T15:54:21+00:00 14 Maggio 2019|Categories: Salute della donna, Star bene|Tags: |0 Commenti