Piedi perfetti in 10 mosse, anche d’inverno

/, Salute, Sport e benessere/Piedi perfetti in 10 mosse, anche d’inverno

Piedi perfetti in 10 mosse, anche d’inverno

  • piedi inverno

I nostri piedi hanno bisogno di coccole anche durante la stagione più fredda, non dimentichiamoci di loro intrappolandoli nelle scarpe chiuse. 10 consigli del podologo per piedi belli e in salute tutto l'anno.

Non solo in estate, anche in autunno e soprattutto in inverno siamo portati a mettere in “letargo” i nostri piedi nelle scarpe chiuse, dimenticandoci a volte di prendercene cura e prevenzione. Le calzature chiuse hanno sì effetti benefici per i nostri piedi, uno su tutti la protezione dall’esterno e stabilità nella deambulazione, ma nascondono anche molteplici aspetti negativi che possono metterli in situazioni patologiche, come ad esempio traumi ungueali e micosi cutanee.

Ecco quindi 10 regole per una corretta cura e prevenzione dei piedi anche quando li nascondiamo nelle scarpe invernali.

  1. L’utilizzo di calzature di qualità è una prerogativa per 12 mesi l’anno, ma soprattutto per l’inverno quando devono ripararci da freddo e pioggia. Fondamentale che i materiali siano resistenti all’acqua ma allo stesso tempo traspiranti.
  2. Calzature chiuse si ma non eccessivamente strette o a punta, le unghie possono soffrirne e creare patologie ungueali e periungueali.
  3. Con le calzature chiuse evitare di continuare ad applicare lo smalto sulle unghie, ma lasciarle respirare per mantenere la loro integrità e robustezza.
  4. Per chi soffre di iperidrosi, eccessiva sudorazione ai piedi, è consigliabile l’utilizzo di calze di cotone e se possibile fare un cambio durante il giorno. Questo per ridurre l’umidità nella scarpa e di conseguenza la macerazione cutanea, che porta a micosi (piede d’atleta)
  5. Per i casi più difficili una visita podologia o dermatologica aiuta a trovare la soluzione più idonea per arginare il problema di iperidrosi e micosi cutanea.
  6. In autunno si riprendono tutte le attività sportive, è quindi fondamentale ricordare di porre un’attenzione particolare all’igiene personale dei piedi, potenzialmente a rischio di verruche da contatto in ambienti come piscine e spogliatoi.
  7. L’autunno è il periodo migliore per introdurre ed abituarsi all’utilizzo di un’ortesi plantare su misura. Le calzature chiuse aiutano l’adattamento dei plantari e di conseguenza aumentano il feeling positivo per chi avesse bisogno di un supporto per ristabilire un equilibrio posturale e della deambulazione.
  8. L’inverno è anche il periodo nel quale gli anziani si muovono molto meno, diminuiscono le loro uscite quotidiane e di conseguenza le passeggiate, contribuendo ad un peggioramento della circolazione periferica ed al gonfiarsi di piedi e caviglie. Utile, in questi casi, poter effettuare sessioni di pedaliera in casa per muovere sia gambe che braccia, o più semplicemente, se si sta seduti in poltrona per tempi prolungati, di tenere le gambe alzate.
  9. Per chi ama gli sport invernali, non sottovalutare il freddo ai piedi. I geloni sono una sofferenza circolatoria periferica che se trascurata può degenerare in problematiche più serie. Quindi è molto importante utilizzare materiale tecnico adeguato.
  10. Per i pazienti diabetici con piede diabetico neuropatico o ischemico-neuropatico, le calzature chiuse sono fondamentali nei periodi invernali, e devono avere tassativamente delle caratteristiche ben precise per prevenire qualsiasi tipo di complicanza. Buona norma è quindi uno screening podologico periodico per monitorare il benessere dei piedi.
2018-11-08T12:10:17+00:00 6 novembre 2018|Categories: Prevenzione, Salute, Sport e benessere|Tags: , |0 Commenti